• Seguici su

INDIA DEL NORD E NEPAL | 1 febbraio

2.890

 

★ Confermato ★

 

Un viaggio in India non si può raccontare: è un'esperienza che va vissuta e percepita con tutti i sensi. E non importa se nell'affrontare il viaggio avrete lasciato da parte preconcetti e schemi culturali: l'India riuscirà comunque a sorprendervi.

 

Programma di viaggio

 

Primo giorno 
Volo Milano Malpensa Delhi con Qatar Airways con transito a Doha nel Qatar. Pasti e pernottamento a bordo.

 

Secondo giorno | Delhi
Arrivo a Delhi in mattinata. Trasferimento in hotel. Sistemazione nella camera riservata, che sarà disponibile dalle ore 12.00 circa. Nel pomeriggio: Visita di New Delhi, in realtà una delle parti più antiche della città, dove ci si dedicherà soprattutto al grande parco archelogico (oggi protetto dall’Unesco) chiamato del Qutub Minar, dal minareto divenuto il simbolo del luogo fatto costruire nel XII secolo dal sovrano Qutb-ud-din-Aybak e dal suo successore. Il complesso risale infatti al primo sultanato di Delhi, tra il XII ed il XIII secolo. Visita panoramica della parte della città che porta di più l’impronta dell’impero coloniale britannico, intorno ai palazzi che un tempo erano dei Vicerè ed oggi sono le sedi del governo: Parliament’s house, President’s house e il Gate of India. Infine, visita al tempio Sikh, che permette di approfondire la conoscenza di questa particolare e sorprendente religione. Pernottamento.

Pensione completa con prima colazione a bordo.

 

Terzo giorno | Delhi / Agra
In mattinata, trasferimento in pullman ad Agra (4 ore circa). All’arrivo, sistemazione nelle camere riservate. Nel pomeriggio: Visita della citta’. Il Taj Mahal, fatto costruire dall’imperatore Moghul Shahjehan nel 1631 in memoria della moglie Mumtaz Mahal, morta durante il parto del 14mo figlio dopo 17 anni di matrimonio. E’ il monumento piu’ famoso dell’India, la cui costruzione fu completata solamente nel 1653 e richiese l’impiego di 20.000 operai. Parteciparono maestranze provenienti anche dall’Europa. Il Forte Rosso, costruzione di vasta estensione che si affaccia sul fiume Yamuna iniziata dall’imperatore Akbar e poi ampliata dai successivi imperatori. Non tutti i monumenti conservati all’interno sono visitabili, tra cui la Moti Masjid (moschea della perla) in marmo. Si visiteranno la sala delle udienze pubbliche e quella delle udienze private, nonche’ diversi altri ambienti. Pernottamento

Pensione completa.

 

Quarto giorno | Agra / Orcha / Khajuraho
Trasferimento alla stazione ferroviaria. Treno per Orcha. Visita di Orcha. Un tempo capitale della dinastia dei Bundela, Orcha presenta tutt’oggi una serie di incantevoli palazzi e templi molto ben conservati. Anch’essa fu teatro di numerose battaglie e di passaggi da una dinastia all’altra, come quasi tutte le città del circondario, e il suo periodo di massimo splendore lo raggiunse nella prima metà del XVII secolo. Si visiterà in particolare il Jehangir Mahal, palazzo fatto costruire nel 1606, in occasione della visita dell’imperatore Jehangir, per ospitarlo. Nel pomeriggio, trasferimento in pullman a Khajuraho (4 ore e mezza circa). All’arrivo, sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento.

Pensione completa.

 

Quinto giorno | Khajuraho / Varanasi
In mattinata: Visita allo splendido complesso di templi situato a Khajuraho, nello Stato del Madhya Pradesh, che rappresenta un unicum in India. E’ l’insieme di templi medievali infatti più vasto di tutto il Paese e per questo l’Unesco lo ha dichiarato patrimonio dell’umanità nel 1986. Khajuraho fiorì come Capitale della dinastia dei Chandela e i templi vennero costruiti tutti tra il 950 e il 1050 d.C. Successivamente la capitale venne spostata a Mahoba. In origine la città era racchiusa da mura con 8 porte, a fianco di ognuna delle quali vi erano due palme dorate. Entro le mura si trovavano circa 80 templi, ma solo 22 sono sopravvissuti, disposti su un’area di 21 kmq. Si dividono in due gruppi, quelli occidentali induisti e quelli orientali jainisti. Tra quelli induisti spiccano per bellezza il Lakshmana ed il Kandariya Mahadeva, ricoperti di squisiti altorilievi che rappresentano il clou dell’arte dell’India settentrionale dell’epoca. Molti di questi altorilievi rappresentano soggetti in atteggiamenti apertamente erotici. Le spiegazioni di questo che hanno dato gli storici sono le più varie, tra le più accreditate il riferimento alla filosofia del tantrismo che teorizza il raggiungimento della perfezione anche attraverso l’atto sessuale. Certamente si tratta anche di una fotografia della grande libertà di costume e dell’importanza data alle arti sotto il regno Chandela. Trasferimento in aeroporto. Volo per Varanasi. Nel pomeriggio, ci si recherà sul Gange per assistere, stando a bordo di un imbarcazione, dal fiume alla suggestiva cerimonia dell’Aarti, cerimonia che avviene al tramonto e che si chiama così per l’uso del fuoco. Qui in particolare vi sono cinque sacerdoti ad officiarla. Pernottamento.

Mezza pensione (essendo l’unico volo ad ora di pranzo, il pranzo verrà sostituito da uno snack a bordo).

 

Sesto giorno | Varanasi / Jaipur
Sveglia prima dell’alba. Piccola navigazione in barca sul Gange per assistere ai rituali di purificazione e alle offerte al sole nascente dei pellegrini. Si passerà anche nei luoghi deputati alla cremazione, che qui avviene a cielo aperto. In tutta l’India solo qui le cremazioni non sono cerimonie strettamente private. Le ceneri dei defunti vengono poi affidate alle acque del fiume Gange, il più sacro tra i fiumi sacri dell’India, dove ogni indù vorrebbe potersi recare a morire. Il rapporto della religione indù con l’acqua è infatti molto forte. Passeggiata a piedi tra gli strettissimi vicoli della città antica con sosta all’esterno del Tempio d’Oro e della Moschea di Aurangzeb (non visitabili all’interno). Visita del sito archeologico di Sarnath. Sarnath è l’abbreviazione di Saranganatha o “signore dei cervi”, e fa riferimento ad una leggenda secondo la quale Buddha, in una vita precedente, era stato un cervo capobranco. Già luogo privilegiato di ascesi, nel 527 a.C. fu scelto da Buddha per iniziare la sua predicazione, tenendo due sermoni con i quali spiegò le “quattro nobili verità” ed altre dottrine a cinque asceti. Durante il regno di Ashoka (304 – 232 a.C), il primo grande imperatore dell’India il quale si convertì al buddismo, qui furono costruiti diversi edifici religiosi. Oggi il sito è sacro ai buddisti, che vi convergono da tutto il mondo per pregare. Nel pomeriggio, trasferimento in aeroporto. Volo per Jaipur. All’arrivo, trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento. 

Pensione completa.

 

Settimo giorno | Jaipur
In mattinata: Escursione per la visita del Forte di Amer, capolavoro di architettura Rajput, situato sulla Cheel Ka Tila (la “collina delle aquile”), una delle 3 colline a guardia della città. Salita al Forte a dorso di elefante (numero degli elefanti disponibili permettendo). Nel pomeriggio: Visita della "città rosa", così chiamata dal colore dell'arenaria impiegata per la costruzione degli edifici più antichi. Sorge nel letto di un lago asciutto, circondata da colline in cima alle quali torreggiano fortezze dalle mura merlate. Si vedranno il palazzo di città del Maharaja con il suo museo e l'osservatorio astronomico Jantar Mantar. Sosta per ammirare il palazzo dei Venti. Pernottamento.

Pensione completa.

 

Ottavo giorno | Jaipur / Delhi
In mattinata, trasferimento in pullman a Delhi (6 ore circa). All’arrivo, sistemazione nelle camere riservate. Nel pomeriggio: Visita di Old Delhi, una parte della città formata da un intricato intreccio di strettissime viuzze, dove ancora trovano posto antiche attività artigianali e colorati mercati, e dove si aprono all’improvviso grandi spazi nei quali si trovano importanti monumenti quali la Moschea del Venerdi, che si visiterà, costruita dall’imperatore Moghul Shah Jahan. Infatti questa parte della città corrisponde all’antica città di Shajahanabad, da lui ideata e costruita. Sosta fotografica al Forte Rosso, una delle dimore degli imperatori Moghul. Infine, visita di Raj Ghat, il mausoleo al Mahatma Gandhi.

Pensione completa.

 

Nono giorno | Delhi / Kathmandu
Trasferimento in aeroporto. Volo per Kathmandu. All’arrivo, disbrigo in aeroporto delle pratiche per l’ottenimento del visto Nepal. Trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate. Nel pomeriggio: Visita di Pashupatinath, imponente complesso templare induista dedicato al Dio Shiva che si trova a cinque chilometri a Est di Kathmandu, sulle rive del fiume Bagmati. Fin dai tempi antichi è stato uno dei centri più sacri di pellegrinaggio per i devoti induisti che ancora oggi arrivano da tutte le zone del Nepal e dall’India; per tale ragione l’ingresso e’ vietato ai non indù. Santoni, asceti e devoti popolano le rive del fiume fiancheggiate da dharamshala, le case per i pellegrini, ed i ghat, le scalinate usate per abluzioni e cremazioni. Visita di Bodnath, lo spettacolare Stupa decorato con gli occhi di Buddha nella quattro direzioni, il più grande del Nepal, che si trova nella suggestiva zona orientale della valle abitata principalmente dai rifugiati tibetani. Intorno allo Stupa si trovano molteplici attività come monaci in preghiera, pellegrini, negozi di artigianato himalayano e piccoli ristoranti di cucina tibetana che ricordano l’atmosfera magica del Tibet di un tempo. Pernottamento.

Pensione completa.

 

Decimo giorno | Kathmandu
In mattinata: Salita allo stupa di Swayambhunath, opera risalente a circa 2.500 anni fa, situato in cima ad una collina che offre una spettacolare vista della valle. Visita del centro storico di Kathmandu, che fu Capitale e sede del governo sotto varie dinastie; passeggiata nel centro dove si trova la Durbar Square con le residenze reali, i templi e la casa della Kumari o “dea bambina”. La Kumari e’ considerata una dea vivente e la incarnazione della Dea Kali pertanto i devoti visitano la sua residenza in cerca di una benedizione. Questo e’ uno dei culti piu’ antichi e piu’ singolari del Nepal, ed il popolo crede ancora fermamente nel potere di questa tradizione. Pranzo al Patan Museum Cafè. Nel pomeriggio: Escursione a Patan, per la visita dell’antica capitale del Regno la cui fondazione risale al III sec. a.C. La cittadina e’ detta anche Lalitpur o “città bella” e la sua Durbar Square ,o piazza del palazzo, e’ protetta dall’Unesco. Visita dei suoi monumenti principali, gli antichi templi in pietra ed i ricchi cortili del Palazzo Reale che ospita il famoso Bagno dei Re. Passeggiata nei vicoletti della parte vecchia, popolati di negozietti di artigiani e pittori che portano avanti la tradizione delle Tanka, i dipinti religiosi buddisti che vengono usati nei monasteri per la meditazione. Pernottamento.

Pensione completa con pranzo al Patan Museum Cafè. 

 

Undicesimo giorno | Kathmandu / Parco di Chitwan
Trasferimento al Parco di Chitwan (6/7 ore circa, strada a tratti non bella), sito nella lussureggiante pianura del Terai, al Sud del Nepal ai confini con l’India. Nel pomeriggio, primo safari in jeep nel Parco, che ospita i rarissimi rinoceronte unicorno asiatico, orsi bruni, leopardi ed antilopi. Pernottamento.

Pensione completa.

 

Dodicesimo giorno | Parco di Chitwan
Al mattino, secondo safari a dorso di elefante nel Parco. Nel pomeriggio, attività a scelta tra visita agli allevamenti di elefanti, di coccodrilli, giro in canoa, visita ai villaggi locali ecc. Pernottamento.

Pensione completa.

 

Tredicesimo giorno | Parco di Chitwan / Kathmandu
Trasferimento a Katmandu in bus *(6/7 ore circa, strada a tratti non bella). All’arrivo sistemazione nelle camere riservate. Nel pomeriggio: Visita di Bhaktapur (o Bhadgaon). Bhaktapur era l’antica capitale della valle di Kathmandu e per lungo tempo fu uno dei centri piu’ ricchi sulla rotta carovaniera verso il Tibet. La cittadina e’ un vero e proprio museo all’aperto, con la sua spettacolare piazza Durbar, la Porta Dorata d’ingresso alle residenze reali ed il Palazzo delle 55 finestre, capolavoro dei maestri di intarsio su legno. Passeggiando nel cuore dei vicoletti tra le suggestive case tradizionali Newari, di mattoni a vista con preziose finestre di filigrana, si puo’ ammirare il tempio di Nyatapola, antica pagoda a cinque piani simbolo della citta’. Cena speciale nepalese con danze folkloristiche in ristorante. Pernottamento.

Pensione completa con cena tipica con danze folk.

 

Quattordicesimo giorno | Kathmandu / Milano Malpensa
Prima colazione. Trasferimento in aeroporto. Volo diurno di rientro in Italia. Arrivo a destinazione e fine dei nostri servizi.

 

Hotel previsti o similari:

4* standard, qualche 5* standard e, nelle località ove non esistessero queste categorie, gli hotel migliori disponibili.

 

Delhi  The Suryaa 5* / Crowne Plaza / The Pride 1 notte
Jaipur Ramada 4* / Lemon Tree / Sarovar Premier 2 notti
Agra Four Point by Sheraton 4* / Crystal Sarovar 1 notte
 Khajuraho Ramada 4* / Clarks / Golden Tulip 1 notte
 Varanasi  Rivatas by Ideal 4* / The Amayaa / Clarks 1 notte
 Delhi  The Suryaa 5* / Crowne Plaza / The Pride 1 notte
 Kathmandu  Soaltee Crowne Plaza 5* / Radisson  2 notti
 Parco di Chitwan  Tigerland lodge / Jungle Villa lodge  2 notti
 Kathmandu   Soaltee Crowne Plaza 5* / Radisson  1 notte

 

N.B. A Khajuraho e Varanasi gli hotel sono decisamente meno belli che nelle altre città, vi diamo comunque il meglio di ciò che può rientrare nella tipologia superior.

 

Quota di partecipazione

€ 3.090
Supplemento camera singola € 530

 

La quota comprende:

  • Trasferimento Aosta aeroporto di partenza a/r
  • Volo intercontinentale Qatar Airways in classe economica da Milano Malpensa, andata Delhi e ritorno Kathmandu come da operativo.
  • Tasse aeroportuali e fuel surcharge includibili nel biglietto del volo intercontinentale e soggette a variazione fino al momento dell’emissione del biglietto. Ad oggi con la compagnia aerea QR sono Euro 350 CIRCA a persona - Tutti i voli interni indicati, comprensivi di tasse aeroportuali e fuel surcharge, in classe economica. La tariffa utilizzata è una speciale tour operator, soggetta a riconferma al momento della prenotazione. In caso di aumento della quota del fuel surcharge, verrà addebitato il relativo supplemento.
  • Franchigia bagaglio 15 kg. su tutti i voli.
  • Tutti i trasferimenti indicati, con bus privato con aria condizionata (il bus normale di fabbricazione indiana, sia in India che in Nepal ha una capienza minima di 16 e massima di 32 posti).
  • Tratta in treno da Agra a Orcha (stazione di Jhansi), con biglietto di classe turistica (seconda), con aria condizionata. Posto a sedere prenotato.
  • Pernottamenti negli hotel indicati o similari di pari categoria, camera base
  • Circuito come da programma/itinerario
  • Trattamento di pensione completa tranne 1 pranzo, dal pranzo del giorno 2 febbraio alla prima colazione del giorno 14 febbraio. Bevande escluse. - acqua minerale a disposizione sul pullman durante i tragitti
  • Una guida indiana parlante italiano al seguito per tutto il tour ma soggiornante in hotel diversi da quelli del gruppo.
  • Solo nel caso in cui questa non fosse in possesso del patentino per le spiegazioni dei monumenti in alcune città, sarà affiancata da una guida locale nella singola città. In caso questa non parlasse italiano, la guida/accompagnatore provvederà alla traduzione.
  • Tutte le visite e gli ingressi indicati

 

Extra inclusi offerti:

  • Salita a dorso di elefante al forte di Amber a Jaipur
  • Treno Shatabdi Express da Agra a Orcha
  • Cerimonia dell’arti con il fuoco, in barca, a Varanasi
  • Pranzo al Patan Museum Cafè a Patan
  • Cena tipica nepalese con danze folk, in ristorante, a Kathmandu
  • assicurazione medico / bagaglio (BASE)
  • copriscarpe per i templi e cappellini
  • diario di viaggio elegantemente rilegato ed illustrato
  • Assistenza 24 ORE SU 24, in caso di necessità, del personale italiano del nostro ufficio di Delhi

 

La quota non comprende:

  • Visto India: è da oggi in vigore l’E-VISA, visto elettronico che deve essere fatto direttamente dal cliente online e pagato con carta di credito. Il costo è di circa 80 Euro (soggetto a variazioni).  Il visto è valido solo per viaggi il cui aeroporto di arrivo sia attrezzato per il visto online e ha altri tipi di restrizioni. Riceverete tutte le notizie ed istruzioni necessarie dal nostro ufficio visti, siete pregati di non effettuare la procedura di ottenimento del visto prima di averle lette. L’ingresso nel Paese non è consentito a chi è privo del necessario visto. Portare con sé il passaporto, che deve essere valido per almeno 6 mesi dalla data di rientro del viaggio.
  • Visto Nepal. Si ottiene in aeroporto all’arrivo a Kathmandu. Costa circa USD 25 o l’equivalente in Euro al cambio del giorno, a persona. Necessario avere con sé il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data di rientro dal Nepal e una fototessera.
  • assicurazione annullamento
  • Le bevande
  • Le mance (Euro 60 a persona)
  • Extra a carattere personale
  • Tutto quanto non specificamente menzionato come incluso

 

Informazioni per viaggiare in India

DOCUMENTI E E FORMALITÀ DOGANALI — Passaporto originale con validità residua di almeno 6 mesi e almeno 2 pagine libere consecutive e il visto consolare. Documenti necessari per l'ottenimento del visto.

FUSO ORARIO — Lancette avanti di quattro ore e mezza. Un'ora in meno quando in Italia vige l'ora legale.

CLIMA E ABBIGLIAMENTO — Il periodo migliore per recarsi in india del Sud va da ottobre a marzo: il caldo è moderato, con temperature massime di 28/30 °C e minime attorno ai 22 °C . Nel Nord, Rajasthan e Nepal il periodo consigliato va da ottobre ad aprile. In India del Nord nella stagione estiva è adatto un abbigliamento leggero, mentre in quella invernale, da fine ottobre a fine marzo, capi di mezza stagione. Per le visite ai templi si consiglia un abbigliamento adeguato; è bene portarsi alcune paia di calze in quanto spesso l'area di deposito e custodia delle scarpe si trova in strada all'esterno dei templi e si può essere costretti a camminare scalzi su asfalto e terra battuta. Non dimenticare come regola generale occhiali da sole, cappelli, creme solari e scarpe comode.

LINGUA UFFICIALE — In India non esiste una lingua nazionale, ma diverse lingue ufficiali: l'hindi è la lingua ufficiale del governo e quella più parlata; esistono però altre 21 lingue ufficiali e ben 1.652 dialetti. L'inglese, ampiamente utilizzato, è "lingua ufficiale sussidiaria". In Nepal la lingua ufficiale è il nepali, in Tibet il tibetano e il cinese, in Ladakh il ladakhi e in Bhutan lo Dzongkha.

MONETA — In India e Ladakh la moneta locale è la rupia indiana (INR), suddivisa in 100 paisa.

ELETTRICITÀ — Corrente a 220 volt e prese circolari a tre poli. Adattatore universale necessario e utilissimo.

FOTO E VIDEO — Nelle zone monumentali viene normalmente richiesto il pagamento di un biglietto, generalmente di poche rupie, per foto e riprese. Nelle principali città si possono reperire pellicole, schede, batterie fotografiche. Sensibilità e rispetto sono raccomandati nel riprendere le persone, a cui è consigliabile chiedere sempre il permesso. In particolare si raccomanda discrezione e rispetto nei luoghi di preghiera.

MANCE — Dare la mancia è un'abitudine diffusa e apprezzata. Si consiglia di munirsi di monete e banconote di piccolo taglio per i piccoli servizi e le mance.

LUOGHI DI CULTO — Prima di entrare nei luoghi di culto è indispensabile togliersi le scarpe (le calze si possono generalmente tenere). Consigliamo di portare con sé calze da usare per questi ingressi: spesso l'area di deposito e custodia delle scarpe si trova per la strada all'esterno dei templi, costringendo a camminare scalzi su asfalto e terra battuta. In alcune aree dei luoghi di culto è proibito scattare fotografie: dove possibile ricordiamo di chiedere sempre il permesso o consultarsi con la guida. Nei luoghi di culto ci si può muovere liberamente ed è bene indossare abiti non vistosi e naturalmente rispettare l'ambiente in cui ci si trova evitando abiti succinti, capi scollati e pantaloni corti. Anche gli uomini sono tenuti ad un abbigliamento consono al luogo visitato.


Chiedi un preventivo per questa offerta

Nome(*)
Per favore, controlla questa casella

Cognome(*)
Per favore, controlla questa casella

Per quanti adulti?(*)
Per favore, controlla questa casella

Per quanti bambini 2/12 anni? (*)
Per favore, controlla questa casella

Per quanti bambini 0/2 anni?(*)
Per favore, controlla questa casella

Telefono
Input non valido

E-mail(*)
Per favore, controlla questa casella

Note
Input non valido

Input non valido